In cosa consistono i corsi RSPP di modulo C

I corsi RSPP di modulo C hanno come obiettivo la formazione di personale specifico a cui vengono delegate tutte le responsabilità riguardo la sicurezza sul lavoro.

L’intero corso, infatti, è obbligatorio per legge ai sensi del Decreto Legislativo 81/08 e di altre direttive europee in merito.

La formazione di personale qualificato in termini di sicurezza sul lavoro permette l’incremento pratico di due fattori principali: la sicurezza generale sul posto di lavoro e la prevenzione di rischi.

Il tipo di formazione specifica varia in base al tipo di lavoro svolto e alle mansioni dei singoli lavoratori, di conseguenza i corsi di sicurezza sul lavoro che devono essere seguiti dai responsabili in un ufficio non saranno gli stessi di quelli frequentati per degli operai che operano in un cantiere.

Il modulo RSPP di categoria C è quello che viene frequentato per affrontare temi riguardo la prevenzione dei rischi sul lavoro sia di natura fisica, sia psicologica. Durante il corso viene analizzato anche il tema della protezione pratica dai pericoli generali sul lavoro, nonché l’attuazione di manovre di primo soccorso in caso in necessità (che avviene già in maniera rudimentale nel modulo A).

Una volta concluso il corso di modulo C bisognerà comunque seguire tutti i corsi di aggiornamento, se la loro frequentazione è prevista dalle norme vigenti in merito.

La responsabilità diretta riguardo i danni fisici avvenuti sul posto di lavoro va associata al responsabile incaricato solo se la situazione di pericolo poteva essere evitata o limitata tramite la sua figura.

Chi deve seguire il corso RSPP di modulo C all’interno di un complesso lavorativo

La frequenza del corso è obbligatoria solo per il responsabile della sicurezza e della prevenzione, che deve essere riconosciuto e stabilito dal datore di lavoro. Una volta affermato il ruolo del responsabile, quest’ultimo dovrà seguire prima di tutto il corso RSPP di modulo A.

Il costo del corso e tutte le spese legate alla sua frequentazione devono essere mantenute a carico del datore di lavoro, il cui dovere è quello di garantire la completa formazione di un responsabile all’interno di un gruppo preciso di lavoratori.

Il responsabile dovrà affrontare il primo corso di modulo A da 28 ore, in cui vengono affrontate le tematiche principali circa la prevenzione dei rischi e le pratiche esatte per limitare i danni durante il lavoro.

Una volta ottenuto l’attestato di frequentazione del corso in questione bisogna decidere se procedere con il modulo B o C. Per quanto riguarda il primo dei due, si tratta di un corso avanzato dalla durata di massimo 68 ore (il tempo di frequentazione varia a seconda del tipo di lavoro svolto).

Riconoscimenti burocratici del corso RSPP di modulo C

Secondo quanto sancito nel Decreto Legislativo 81/08, il corso RSPP di modulo C è obbligatorio per il responsabile della sicurezza sul posto di lavoro.

Per provare l’avvenuta frequentazione del corso bisogna possedere l’attestato apposito che viene rilasciato una volta terminato il periodo del corso, che si aggira intorno alle 24 ore.

Per quanto riguarda gli obiettivi didattici del corso RSPP in questione, gli argomenti che vengono trattati all’interno del programma di frequenza sono principalmente la valutazione pratica dei rischi rispetto le mansioni del personale di lavoro, la formazione rispetto gli strumenti di valutazione dei pericoli per la salute dei lavoratori (come cartellonistica adibita per spazi pericolosi, avvisi audio-visivi, opuscoli e così via) e l’apprendimento delle principali modalità di comunicazione tra i membri del personale.

In conclusione, vengono incluse tutte le pratiche utili per la diminuzione dei rischi sul posto di lavoro.

Informazioni sul Corso RSPP modulo C tratte da: https://www.gdmsanita.it/corso-rspp-modulo-c.php

Leave a Comment